Flavio's blog

Di tutto di più, il blog del sito flapane.com

Controlliamo e sistemiamo in un minuto tutti i broken link del blog/sito

Broken-Link

Con il passare del tempo, il numero di post nel blog / pagine statiche aumenta sempre di più, e tenerle sotto controllo può diventare una operazione piuttosto dispendiosa in termini di tempo.

In realtà sarebbe sempre una buona abitudine revisionare le proprie vecchie pagine, perchè ci sarà sempre qualcosa di nuovo da aggiungere, o ci sarà quel piccolo errore ortografico che, se corretto, contribuirà a dare quel tocco di professionalità in più.

D’altra parte, uno dei problemi derivanti dal passare del tempo, è la “rottura dei link”, quello che in inglese è chiamato comunemente broken link.
Al momento non ci sono indizi certi sulla penalizzazione in termini di di Google, se uno spider trova dei broken links, ma sicuramente sistemarli non può che far bene al proprio sito.

Basti pensare ad un utente che, vedendo il link di quella risorsa linkata nel vostro articolo, ci clicchi sopra e veda un bell’ERROR 404 – PAGINA NON TROVATA, oppure ci sia una immagine nell’articolo che in realtà non esiste più, ed al posto di questa apparirà una bella X, non olto gradevole, non è vero? Personalmente, se vedo una pagina con un link ad una immagine non funzionante, non ho un’ottima impressione, perchè probabilmente le pagine non sono curate, o addirittura sono state scritte con superficialità.

Per ovviare a tutto ciò si può procedere in due modi:

–> uso di un plugin

SITO STATICO / DINAMICO NON WORDPRESS –> software

Nel primo caso è d’obbligo il Plugin Broken Link Checker .
Una volta copiato sul server ed installato in WordPress, sarà sufficiente attivarlo e cliccare su LINK CHECKER sotto Impostazioni.

Impostazioni di broken link checker

Impostazioni di broken link checker, click per ingrandire

Come si può vedere da questa immagine, è possibile farlo lavorare in background ogni tot ore, e si può automaticamente fargli “barrare” il link con una linea, per indicare ad un lettore che quel link non è più funzionante.
In alternativa, in Strumenti –> Broken Links, è possibile esaminare i problemi ed editare per correggere i relativi post.

Se non si utilizza WordPress, può far comodo un software.

Nel caso di Windows, c’è l’ottimo Xenu.

Xenu, controlla i broken links, click per ingrandire

Xenu, controlla i broken links, click per ingrandire

E’sufficiente digitare l’indirizzo del sito, cliccare su OK ed attendere (svariati minuti) che il programma controlli trutta la struttura del sito in oggetto.

I link rotti verranno smotrati in rosso, i link funzionanti in verde.

UPDATE del 6 Maggio 2009:

Un’alternativa per Linux è KLinkStatus, scaricabile a questo indirizzo.

Per gli utenti della Mela vi è il freeware Integrity for OSX

E voi tenete sott’occhio lo stato di salute dei vostri internal ed external links?

Share

Scritto da flapane il 5 maggio 2009 in Webdesign, Web 2.0 & SEO | Tags: , , | 5 Commenti »
Puoi rimanere aggiornato e leggere tutte le risposte attraverso il feed RSS 2.0, e puoi lasciare un commento, o un trackback (backlink) dal tuo sito.